Ikigai: di cosa si tratta e cosa significa? - EIDOS Formazione
BLOG

Ikigai: di cosa si tratta e cosa significa?

ikigai
Ikigai

“Iki”, vita e “kai” significa “la realizzazione di ciò che una persona si prefigge e che spera”.
Trovare il proprio Ikigai è il modo in cui i giapponesi definiscono “qualcosa per cui vivere”, ovvero l’intersecarsi di un insieme di fattori che danno equilibrio, senso e lunghezza alla vita!

Secondo la tradizione giapponese, ognuno ha il proprio Ikigai .
Si tratta essenzialmente di un motivo per alzarsi la mattina: di qualcosa di positivo, molto positivo, che ci fa svegliare ogni giorno con il sorriso sulle labbra, ci carica e ci regala l’entusiasmo necessario per affrontare la giornata.

Trovare il proprio Ikigai non è così semplice e la sua ricerca richiede una profonda introspezione: Esso ci ‘restituisce’ il senso della vita, ma dobbiamo lavorare sodo per riuscire a conoscerlo.

 

Come si cerca il proprio Ikigai

Per ricercare il proprio Ikigai si dovrà, come prima cosa, mettersi in discussione.
Uscire dalla propria “comfort zone” mettendosi in gioco. Non si tratta di un percorso immediato, anzi, molto spesso può essere un processo lento che porta a sbirciare dentro di sé.

Secondo uno schema a 4 cerchi concentrici si potrebbe dire che l’Ikigai non è altro che l’intersezione tra quattro aspetti fondamentali delle proprie vite:

  1.  ciò che si ama
  2.  ciò che gli altri amano di noi
  3.  ciò che si è in grado di fare
  4.  ciò che è possibile fare per il mondo

L’Ikigai risiede proprio al centro dell’interconnessione tra questi punti.
Quando si crea un equilibrio personale tra questi quattro ambiti della vita, quando c’è armonia tra di loro e in sostanza tra chi si è, come gli altri ci vedono, quello che si fa della proprie vita e il contributo che dà al mondo, allora ci si può sentire soddisfatti e appagati. Trovando così il proprio Ikigai.

 

Il proposito, qualcosa per cui vivere

 

Se si manca o si è carenti di una o più delle voci contemplate dallo schema, significa che non si sta sfruttando appieno il proprio potenziale.
Vivere con un “senso del proposito da compiere” è, secondo la teoria e filosofia orientale dell’Ikigai, ciò che mette in moto tutto, la piattaforma da cui partire per dare il via a tutte le altre decisioni che si compiono durante la giornata e che rendono la vita speciale e degna di essere vissuta.

Spesso si tende a identificare l’Ikigai con la famiglia o con la persona amata, altre volte è quel qualcosa che può sublimare, come la passione per la natura o per lo sport; Oppure una profonda necessità di espressione artistica, tutte cose che hanno in comune il fatto di restituire profondamente il senso della vita.

Ma in realtà Ikigai è esperienza di ognuna e insieme tutte queste cose.

 

Quando si trova l’Ikigai

E tu, hai trovato il tuo “Ikigai”? Stai facendo qualcosa che ami? Di cui il mondo ha bisogno? In cui sei bravo? E per cui puoi essere pagato?

Se sei alla ricerca del tuo centro, avrai voglia di leggere, conoscere e condividere esperienze, il corso proposto da Eidos Formazione fa al caso tuo!
Scoprilo a qui

corso

Cara Catia,
Ti scrivo inanzitutto per RINGRAZIARTI🌹❤️
È da un paio di settimane che “casualmente” ho scoperto i tuoi oracoli del mattino e mi sto guardando le dirette passate e ora seguo con interesse e presenza.
Ovviamente sono capitati proprio in questo momento dove stanno/potrebbero Avvenire cambiamenti interessanti, momento in cui mi sento ancora più consapevole della vita e la mia strada si illumina sempre di più anche se ombre, dubbi, paure e giudizi e Ego vengono sempre a galla.
Sono qui perché voglio allenarmi ad osservare, a dire si alla mia anima e a trovare l’equilibrio accogliendo gli opposti. Proprio come parli nei tuoi video. Grazie per questo che dono che stai mettendo a disposizione per noi🙏💞

Sono felice in Germania e ancora di più perché sento una connessione potente con l’Italia e con te più che mai cara maestra. Davvero tante volte e anche più volte al giorno ti ringrazio nel mio cuore per tutto ciò che ho scoperto, imparato ed evoluto attraverso i tuoi insegnamenti e le tue pratiche.

Ho praticato Reiki alla mia coinquilina ed è stata meglio. Lo pratico al cibo e in altre occasioni. Anche al lavoro con i bambini o prima di dormire.

Il messaggio di oggi dell oracolo è guardacaso proprio quello che mi serve per ciò che sto vivendo.
La mia coinquilina è tosta ed è anche lei una maestra perché attraverso di lei vengono fuori emozioni antiche ma a volte è difficile perché mi arriva quella sensazione che lei “sa tutto” della vita e anche della mia e tocca tante corde delicate. Dice di essere una delle persone più positive che ci siano ma poi spesso si lamenta perché alcune sue aspettative non corrispondono e questo mi fa lavorare sui miei sensi di colpa e su ciò che invece io sono e i miei tempi che mi occorrono per evolvere.

Forse riuscirò a maggio a lavorare nell asilo nel bosco qua. Il mio sogno. E proprio quando si sta realizzando arrivano delle paure. Ed è interessante da osservare come ogni esperienza ha semplicemente i lati ombra e i lati luce come la luna ogni notte.

Le scelte per me sono sempre ardue e sto imparando che ogni scelta apre ad altre possibilità.

Lavoro poi sull’ironia. Prendo le cose un po troppo sulserio ultimamente mentre potrei vivere con molta più leggerezza.

È così bello il sentiero della vita e ora sono tornata a Trier e vivo proprio accanto al bosco e ogni giorno sono la a camminare e/o meditare.

Ti mando tanto Amore, anche a tutti a casa e alla tua associazione e accademia.

❤️🌹Aho🙏❤️💞

– Elena S. –

Nel 2013 vengo a conoscenza dell’Associazione il Richiamo di Catia Massari, decido di partecipare a una presentazione di cerchi di donne “Luna Rossa”. Quella sera decido di partecipare all’evento, è stata la scelta migliore che potessi fare per migliorare la mia vita. Catia mi è subito entrata dentro, la sua semplicità, il suo modo di esprimersi (fatti non parole) come dice sempre, poi il modo di presentare il progetto è stato per me un varco luminoso che si apriva. Da quel momento partecipo settimanalmente agli incontri: meditazione, reiki, cerchi di donne, viaggi sciamanici e tanti altri progetti. Catia in questi anni per me è stata un’insegnante, una guida, mi ha aiutato a comprendere la mia direzione, mi ha portato a fare chiarezza e comprende tante situazioni che mi causavano, dolore sia fisico, sia emozionale. Ad oggi la sensazione più forte è quella di avere imboccato la strada giusta per me. Catia in questo è stata la lanterna al mio fianco, pronta a sostenermi e a incoraggiarmi a trovare la mia direzione, il mio compito in questa vita. Grazie Madre di esserci sempre, un abbraccio di ❤️

– Monica N. –