Il potere dei Fiori di Bach contro ansia e stress | Eidos
BLOG

Il potere dei Fiori di Bach contro ansia e stress

Fiori di Bach per ansia e stress

Se il futuro ti è oscuro e questo genera uno stato continuo di occupazione del tuo stato, se la tua mente compie voli pindarici e colma lo stomaco di ansia e stress, puoi utilizzare una sinergia di Fiori di Bach per aiutarti a vivere solo l’attimo presente, lasciando stare tutto ciò che, al momento, è fuori dalla tua possibilità di azione.

 

In quali casi i Fiori di Bach funzionano contro l’ansia e in quali, invece, no?

Vediamo ora alcuni casi in cui i Fiori di Bach funzionano realmente e possono aiutarti a combattere gli stati di ansia. Esistono altre situazioni, infatti, in cui, a causa di aspettative irrealistiche, sembrano non funzionare per nulla e causano scetticismo e diffidenza.

 

Ansia da stress quotidiano

Wild Rose – Crab Apple – Cerato

Ogni giorno io mi sveglio sapendo quali sono gli obblighi che devo affrontare e a volte ciò mi genera una forma di stress. Ho necessità di essere funzionale e preparato, la mia adrenalina cresce e mi da la possibilità di riuscire a portare a termine tutti gli impegni della giornata. È utile che io mantenga una mente libera e pulita in modo che le mie capacità siano il più possibile efficienti così che la mia autostima possa crescere per lasciare andare lo stress a fine giornata.

La miscela dei tre Fiori di Bach dice: Tu hai molti impegni per questo è necessario un certo grado di stress che attivi la tua capacità di portare a termine ogni obbligo della giornata. È necessaria una certa dose di chiarezza mentale così che tu possa stancarti il meno possibile mantenendo la tua capacità obbiettiva sulle tue capacità. Sono totalmente rilassato e sereno mentre concludo la giornata.

 

Ansia da eventi specifici

Aspen – Rock Rose – Oak

È necessario che io mi accorga della mia forte sensibilità che a volte genera in me una sensazione di vaga e indefinibile paura di cosa accadrà ora che mi trovo a vivere un determinato evento, la paura mi impedisce di comprendere la possibilità che ho di imparare qualcosa dalla situazione. Ho necessità di sentire che ho speranza di riuscita e protezione perché voglio avere la possibilità di continuare il mio lavoro.

La miscela dei tre Fiori di Bach dice: La mia sensibilità è talmente grande che voglio usarla per trasformare le mie paure in possibilità attraverso la mia intuizione, mi metto al lavoro senza temere gli eventuali effetti negativi perché ciò che arriverà da questo evento sarà solamente produttivo e positivo per me.

 

Ansia lieve e occasionale

Agrimony – Gentian – White Chestnut

Risolvo i miei problemi da solo, li nascondo agli altri, non voglio avere problemi, anche le situazioni tragiche hanno qualcosa di buffo. La paura di non farcela mi fa credere di essere realista e ho imparato a non fidarmi facilmente di qualcuno. Per questo parlo sempre con me stesso, mi disturba il fatto che qualcuno mi ha fatto arrabbiare, penso per giorni a come avrei potuto reagire.

La miscela dei tre Fiori dice: A volte sento la necessità di risolvere i miei problemi parlando con me stesso e ripensando ad una situazione che mi ha fatto arrabbiare mi accorgo che ha anche una parte buffa di cui non mi ero accorto, allora mi faccio una grande risata e smetto di temere il giudizio degli altri creando così una sana e felice realtà.

Se lo desideri puoi contattarmi per ricevere una mia consulenza personalizzata.

 

Casi in cui i Fiori di Bach non funzionano e potrebbero risultare inefficaci

Ansia grave o cronica

I Fiori di Bach portano all’individuo un’informazione che può aiutarlo a sostenere una situazione di disagio emotivo che, se protratto nel tempo senza nessuna attenzione da parte della persona, diventa piuttosto grave e poi anche cronica. Quando arriviamo ad una certa gravità i Fiori di Bach possono essere comunque utilizzati insieme ad un percorso con specifici farmaci utili alla patologia diagnosticata dalla medicina moderna riconosciuta, in quanto sono esenti dal provocare effetti collaterali.

 

Disturbi di ansia diagnosticati

I Fiori di Bach possono comunque avere una funzione di sostegno anche in disturbi di ansia diagnosticati perché possono rendere l’utilizzo dei farmaci usati più sostenibile da un punto di vista emotivo.

 

Aspettative irrealistiche

La maggior parte delle situazioni possono generare a volte delle aspettative che risultano poi, per la stragrande maggioranza delle volte, un’utopia. Nessun farmaco potrà cancellare le aspettative, solo un lavoro di conoscenza di sé potrà ovviare a questa modalità di vivere le proprie esperienze.

 

La scelta dei Fiori di Bach più adatti a te, alle tue specifiche esigenze e ai tuoi sintomi individuali

Nervosismo

Nel caso in cui non provi solo ansia ma ti capita molto spesso di essere nervoso, il mio consiglio è una miscela di tre Fiori di Bach:

  • Willow. Perché ciò che hai vissuto ti ha fatto soffrire e provi rabbia che a sua volta genera rancore verso la vita, la quale ti ha dato delle prove troppo dure ed ingiuste a vivere.
  • Cerato. Perché è tempo che tu smetta di chiedere sempre consiglio agli altri e cominci ad assumenti la responsabilità delle tue scelte.
  • Wild Rose. Perché è necessario accettare le varie situazioni della vita e vedere la realtà come una corrente fluida che ti porta a vivere le situazioni con più naturalezza, imparando l’umiltà eviterai le sferzate fino ad arrivare all’adattabilità.

 

Paure

Nel caso in cui l’ansia che provi è causata da una paura, il mio consiglio è una miscela di Fiori di Bach:

  • Impatiens. Perché la tua velocità di pensiero ti impedisce di godere del tempo che serve per trasformare le tue paure e riconoscerle, ciò ti crea l’ansia di una guarigione veloce ma senza averne appreso il senso.
  • Willow. Perché le esperienze dolorose che hai vissuto hanno generato una paura di dover vivere continuamento in uno stato di sofferenza, come se non ci fosse speranza di miglioramento.
  • Aspen. Perché è necessario capire quale forma o immagine ha la tua paura, è importante darle un’identità, un nome o anche un volto.

 

Insonnia

Nel caso in cui l’ansia ti porta a dormire male o a non dormire affatto, il mio consiglio è una miscela di tre Fiori di Bach:

  • Gentian. Perché tu possa usare il tuo coraggio nel vivere le situazioni che la vita ti mette davanti quotidianamente, aprendoti a ciò che vivi con assenza di giudizio, la realtà è creata da ciò che tu credi che sia.
  • Cerato. Perché è tempo di avere più fiducia in te stesso riconoscendo la tua responsabilità nelle scelte che fai, impedendoti di rifugiarti nelle credenze sulla inevitabilità del destino.
  • Water Violet. Perché puoi riuscire a portare tranquillità e serenità nelle tue giornate usando la pace e la calma che c’è aldilà dei tuoi giudizi verso gli altri, imparando a conoscere punti di vista e idee diverse dalle tue.

 

Se vuoi saperne di più, leggi anche l’articolo in cui consiglio quali Fiori di Bach ti possono essere utili per dormire meglio.

 

Depressione

Se sei consapevole che l’ansia che provi è frutto di una depressione che stai vivendo, il mio consiglio è di usare una miscela di tre Fiori di Bach:

  • Gentian. Perché tu credi di non riuscire a farcela, e la sfiducia verso le situazioni della vita genera scoraggiamento il quale, di conseguenza, blocca qualsiasi azione da parte tua. Imparerai ad usare la cautela aggirando istintivamente gli ostacoli trovando strade alternative.
  • Agrimony. Perché è necessario che tu impari a sdrammatizzare le situazioni pericolose o spiacevoli, comprendendo che serve accettare anche i tormenti e le sofferenze che la vita ti porta davanti con più ironia, alla fine la vita è un’opera teatrale.
  • Holly. Perché sei spesso arrabbiato con tutto il mondo, compreso te stesso e non perdoni né te stesso né gli altri. È utile che tu comprenda la necessità di non farti pestare i piedi usando la franchezza per far valere i tuoi diritti, esprimendo la tua opinione in modo aperto e spontaneo, nessuno ti ha chiesto di subire la vita.

 

Ansia da esami o da prestazione

Se sei uno studente o, più in generale, fatichi ad ottenere risultati per colpa dell’ansia che ti impedisce di prepararti al meglio per una prova, il mio consiglio è di usare una miscela di tre Fiori di Bach:

  • Impatiens. Perché la tua velocità di pensiero ti impedisce di godere del tempo che serve per trasformare le tue paure e riconoscerle, ciò ti crea l’ansia di ricevere un giudizio negativo affrontando l’esame con una prestazione veloce, questo ti impedisce di apprenderne il senso.
  • Beech. Perché è necessario vedere più bontà e bellezza nel mondo, ogni esame è utile a riconoscere il potenziale insito nella prestazione, osservando con mente aperta la situazione scoprendo che tutto serve per crescere e vedere il positivo ovunque.
  • Chestnut Bud. Perché tutto serve per apprendere essendo un processo di crescita continuo. È necessaria la costanza per terminare le attività iniziate e portare in profondità le conoscenze acquisite.

 

Gravidanza

Durante la gravidanza è normale provare ansia, in questo caso il mio consiglio è una miscela di tre Fiori di Bach:

  • Impatiens. Perché la tua velocità di pensiero ti impedisce di godere del tempo che serve per portare a termine un grande progetto quale è la creazione di un corpo nel tuo grembo, ciò ti crea ansia nell’attendere la venuta al mondo del figlio e corri il rischio di non goderti questo meraviglioso momento.
  • Aspen. Perché le paure che generi riguardo alla salute del bambino ti impediscono di accogliere l’esperienza nella sua grande espressione, la tensione creata dal temere di generare un figlio non sano provoca un continuo stato di ansia che impedisce l’ascolto del cuore.
  • Gentian. Perché tu credi di non riuscire a farcela, e la sfiducia verso le situazioni della vita genera scoraggiamento il quale, di conseguenza, blocca qualsiasi azione da parte tua. Imparerai ad usare la cautela aggirando istintivamente gli ostacoli trovando strade alternative, che possano darti la forza ed il coraggio di vedere nell’esperienza la magia della creazione.

 

Attacchi di panico

Se la tua ansia si manifesta in attacchi di panico, il mio consiglio è una miscela di Fiori di tre Bach:

  • Aspen. Perché è necessario che tu recuperi la fiducia nella vita dando un senso concreto a intuizioni e a sensazioni. La tua capacità sensitiva e la grande sensibilità devono diventare per te un mezzo utile nella tua vita, riconoscendo la tangibilità delle situazioni che vivi.
  • Wild Rose. Perché a volte la rassegnazione è la conseguenza di un sovraccarico psichico, specie in seguito a profonde delusioni, è necessario rimettersi in pista con meno indifferenza. Adeguarsi alle varie situazioni della vita senza subirle.
  • Willow. Perché è utile che tu comprenda che il destino non ha niente contro di te e che i cosiddetti “perdenti” sono per qualche aspetto anche “vincenti”, così che tu possa accettare le sconfitte come le vittorie, grazie ad esse si impara a interpretare le avversità del momento come se fossero frutti spinosi o di brutto aspetto ma che potrebbero però rivelarsi all’improvviso gradevoli.

 

Se lo desideri puoi contattarmi per ricevere una mia consulenza personalizzata.

 

Osservazioni e suggerimenti finali

È necessario ricordare che i Fiori di Bach sono uno strumento che possiamo utilizzare insieme ad una sana alimentazione, una buona attività fisica e un lavoro su sé stessi affrontando il tutto in modalità olistica così da comprendere che i Fiori di Bach non sono una bacchetta magica per dormire.

Il consiglio è di affidarsi a un esperto del settore benessere come può essere un naturopata, un floriterapeuta, un counselor. Questa figura può fornirti, in un consulto individuale, i fiori adatti alle tue esigenze e un percorso personalizzato che possa portarti la chiarezza e la serenità con cui trasformare ciò che serve essere trasformato.

Segui i consigli del tuo terapeuta e assumi i fiori come da lui indicato per la posologia e la durata del trattamento, in modo regolare. Durante il percorso con i Fiori di Bach porta attenzione al tuo corpo e ai vari cambiamenti che si susseguono nel tempo, se ti va puoi anche scriverti un diario di bordo. Naturalmente servirà la tua pazienza nell’attendere i risultati che sicuramente ci saranno, la perseveranza e il tempo giusto potrai ottenere sicuramente un miglioramento.

Se desideri ricevere una consulenza da me, Catia, puoi trovare i miei contatti all’interno della mia pagina personale.

Se vuoi approfondire l’argomento, invece, puoi scoprire le date disponibili dei corsi sui Fiori di Bach che si svolgono presso l’Accademia Eidos di Savignano, tra Rimini e Cesena, e che puoi frequentare anche online.

Il corso è diviso in 3 parti: nella prima parte si parlerà e si approfondirà la conoscenza dei 12 Guaritori, ovvero i Fiori-Base. La seconda parte comprende i Fiori-Aiutanti. Infine, all’interno della terza parte, viene spiegato come preparare da sé i rimedi, come sceglierli ed utilizzarli.

Conosci già lo Shiatsu? Scopri come lo Shiatsu può curare l’ansia, lo stress e la depressione.

 

Domande frequenti

Come si scelgono i fiori di Bach più adatti alle proprie esigenze?

La modalità che di solito viene usata nella scelta dei Fiori di Bach è attraverso un test Kinesiologico, oppure si fa scegliere alla persona in modo istintuale. Naturalmente c’è prima una analisi di quelle che sono le esigenze del soggetto che si ritrova in preda ad un momento di difficoltà emotiva, dove fatica a riconoscere le emozioni che in lui si muovono senza che riesca a gestirle. In questo caso il professionista avrà cura di guidarlo nella scelta senza imporsi, utilizzando la propria intuitività e conoscenza dei Fiori di Bach.

 

Quante gocce di Fiori di Bach devono essere assunte per combattere l’ansia?

I Fiori possono essere assunti da uno ad un massimo di tre, per dare il giusto apporto informativo e in modo che possano essere ben integrati dal soggetto. Di solito si assumono tre o quattro gocce sotto la lingua per quattro volte al giorno lontano dai pasti.

 

Per quanto tempo è necessario assumere i Fiori di Bach per vedere dei risultati?

Quando i Fiori di Bach sono giusti per la persona si possono sentire gli effetti già nella prima settimana di assunzione, per poi procedere fino a quando il soggetto ne ha integrato l’informazione. Successivamente, si decide se è il caso di proseguire con altri Fiori di Bach per continuare e stabilizzare gli obbiettivi raggiunti e, in caso, approfondirne altri se ce ne sono.

 

Ci sono controindicazioni all’uso dei Fiori di Bach?

Al momento non ci sono stati studi sull’utilizzo dei Fiori di Bach che provano la loro efficacia a livello scientifico, nello stesso tempo non abbiamo riscontrato controindicazioni al loro uso.

Cara Catia,
Ti scrivo inanzitutto per RINGRAZIARTI🌹❤️
È da un paio di settimane che “casualmente” ho scoperto i tuoi oracoli del mattino e mi sto guardando le dirette passate e ora seguo con interesse e presenza.
Ovviamente sono capitati proprio in questo momento dove stanno/potrebbero Avvenire cambiamenti interessanti, momento in cui mi sento ancora più consapevole della vita e la mia strada si illumina sempre di più anche se ombre, dubbi, paure e giudizi e Ego vengono sempre a galla.
Sono qui perché voglio allenarmi ad osservare, a dire si alla mia anima e a trovare l’equilibrio accogliendo gli opposti. Proprio come parli nei tuoi video. Grazie per questo che dono che stai mettendo a disposizione per noi🙏💞

Sono felice in Germania e ancora di più perché sento una connessione potente con l’Italia e con te più che mai cara maestra. Davvero tante volte e anche più volte al giorno ti ringrazio nel mio cuore per tutto ciò che ho scoperto, imparato ed evoluto attraverso i tuoi insegnamenti e le tue pratiche.

Ho praticato Reiki alla mia coinquilina ed è stata meglio. Lo pratico al cibo e in altre occasioni. Anche al lavoro con i bambini o prima di dormire.

Il messaggio di oggi dell oracolo è guardacaso proprio quello che mi serve per ciò che sto vivendo.
La mia coinquilina è tosta ed è anche lei una maestra perché attraverso di lei vengono fuori emozioni antiche ma a volte è difficile perché mi arriva quella sensazione che lei “sa tutto” della vita e anche della mia e tocca tante corde delicate. Dice di essere una delle persone più positive che ci siano ma poi spesso si lamenta perché alcune sue aspettative non corrispondono e questo mi fa lavorare sui miei sensi di colpa e su ciò che invece io sono e i miei tempi che mi occorrono per evolvere.

Forse riuscirò a maggio a lavorare nell asilo nel bosco qua. Il mio sogno. E proprio quando si sta realizzando arrivano delle paure. Ed è interessante da osservare come ogni esperienza ha semplicemente i lati ombra e i lati luce come la luna ogni notte.

Le scelte per me sono sempre ardue e sto imparando che ogni scelta apre ad altre possibilità.

Lavoro poi sull’ironia. Prendo le cose un po troppo sulserio ultimamente mentre potrei vivere con molta più leggerezza.

È così bello il sentiero della vita e ora sono tornata a Trier e vivo proprio accanto al bosco e ogni giorno sono la a camminare e/o meditare.

Ti mando tanto Amore, anche a tutti a casa e alla tua associazione e accademia.

❤️🌹Aho🙏❤️💞

– Elena S. –

Nel 2013 vengo a conoscenza dell’Associazione il Richiamo di Catia Massari, decido di partecipare a una presentazione di cerchi di donne “Luna Rossa”. Quella sera decido di partecipare all’evento, è stata la scelta migliore che potessi fare per migliorare la mia vita. Catia mi è subito entrata dentro, la sua semplicità, il suo modo di esprimersi (fatti non parole) come dice sempre, poi il modo di presentare il progetto è stato per me un varco luminoso che si apriva. Da quel momento partecipo settimanalmente agli incontri: meditazione, reiki, cerchi di donne, viaggi sciamanici e tanti altri progetti. Catia in questi anni per me è stata un’insegnante, una guida, mi ha aiutato a comprendere la mia direzione, mi ha portato a fare chiarezza e comprende tante situazioni che mi causavano, dolore sia fisico, sia emozionale. Ad oggi la sensazione più forte è quella di avere imboccato la strada giusta per me. Catia in questo è stata la lanterna al mio fianco, pronta a sostenermi e a incoraggiarmi a trovare la mia direzione, il mio compito in questa vita. Grazie Madre di esserci sempre, un abbraccio di ❤️

– Monica N. –