Educazione all'Ascolto - EIDOS Formazione
CORSI

Educazione all'Ascolto

Educazione all'ascolto

Educazione all'Ascolto

Educazione all'Ascolto


Date da definire


• Durata: 35 ore, suddivise in 5 incontri di 7 ore ciascuno

• Date: da definire

• Dove: da definire

• Docenti: Anna Forlivesi

• Costo: Per informazioni su costi, piani di pagamento e modalità contattare la segreteria all’indirizzo segreteria@eidosformazione.it

• Attestato: Attestato di frequenza


Introduzione al corso

Corso di educazione all’ascolto, di sé e degli altri attraverso la musica nella sua interezza. Per porre l’accento su quella comunicazione intuitiva, creativa ed emotiva, che tutti abbiamo a disposizione (e di cui tutti abbiamo bisogno), ma che spesso, in questo ambiente sociale caotico, tende ad essere relegata a qualcosa di superficiale e sporadico, quasi superfluo… fino in alcuni casi essere dimenticata.

La musica è insita nella biologia dell’essere umano. Ci è stata donata per poterci esprimere ancor prima di usare un linguaggio verbale, e per andare oltre poi. Impariamo qui a riscoprire ed approfondire questo meraviglioso mezzo di ascolto, comunicazione ed espressione.


Obiettivi

• Sondare e ri-scoprire le profondità e le proprietà della musica e del suono nella nostra vita
• Affinare la consapevolezza dell’ascolto (di sé e dell’altro)
• Portare più attenzione al linguaggio emozionale e non verbale dei suoni e dei silenzi
• Osservare da vicino come il corpo si armonizza o si disarmonizza con i suoni che lo circondano
• Imparare ad ascoltare con ogni parte del nostro corpo con consapevolezza
• Dare all’operatore un ulteriore mezzo per creare la sintonia dentro di sé e col ricevente


Programma

1° incontro

  • Piccolo set musicale di apertura (dal vivo)
    Verrà proposta una piccola esecuzione di musica dal vivo, sia all’inizio del corso sia alla fine, per poter confrontare come poi cambierà la percezione della musica e del suono, alla luce degli argomenti toccati negli incontri di questo percorso
  • L’educazione all’ascolto (di sé, dell’altro e dell’ambiente)
    – Tutto il corpo è un grande orecchio, un sensore di altissima tecnologia: impariamo ad esserne consapevoli
    – Come percepiamo la musica da bambini e cosa cambia in età adulta
  • I diversi livelli di ascolto
    – I gesti
    – Le parole
    – Il suono
    – L’ambiente
    Ogni cellula del nostro corpo è sempre in ascolto

2° incontro

  • Entrare in Sintonia
    Riconoscere cosa risuona in noi ed essere attenti viaggiatori, per entrare con cura e dolcezza in contatto col campo vibrazionale altrui
  • La musica come identità di sé e del gruppo
    RiconoscerCi e RiconoscerSi…

3° incontro

  • Cosa accade a livello neuronale quando c’è musica
    Dal periodo prenatale all’età adulta, cosa può fisicamente costruire la musica dentro di noi
  • Cosa accade a livello emozionale
    Osservazione attraverso l’ascolto di diverse musiche appositamente curate e composte
  • Osservazione e “ascolto” del linguaggio non verbale tra operatore e ricevente
    Momento esperienziale attraverso esercizi di attenta osservazione del corpo e sostenuto dall’utilizzo di diversi strumenti musicali

4° incontro

  • Musica dal vivo e ascolto tramite registrazioni
    Cosa cambia? Come scegliere il giusto accompagnamento senza invadere e alterare la percezione del ricevente?
  • Il suono dal “Basso” verso l'”Alto”
    Dalla terra al battito vitale del cuore/tamburo, all’alto dei fiati e della voce… esplorare le frequenze delle emozioni, sia attraverso il suono che attraverso il colore

5° incontro

  • L’importanza del silenzio
    Fondamentale la pausa dopo il suono, per assimilare e percepire ciò che ci mette in risonanza
    Lasciamo spazio dentro e fuori di noi. Spazio dentro e fuori chi abbiamo davanti
  • Armonici e Vibrazioni
    Ognuno di noi risuona a suo modo, unico ed irripetibile, con un Tutto che ci accoglie come strumenti in una grande orchestra, e che canta con noi… se sappiamo ascoltare lo sentiremo chiaramente. Osserviamo e portiamo l’attenzione su cosa sentiamo risuonare o meno in noi
  • Piccolo set musicale dal vivo come da inizio corso per poter poi confrontare il modo in cui ora riusciamo a percepire la musica ora, alla fine di questo percorso
  • Suggerimenti discografici per gli ascolti e bibliografia consigliata per approfondimenti
  • Saluti e consegna attestati di partecipazione


Potrebbe interessarti anche...

Cara Catia,
Ti scrivo inanzitutto per RINGRAZIARTI🌹❤️
È da un paio di settimane che “casualmente” ho scoperto i tuoi oracoli del mattino e mi sto guardando le dirette passate e ora seguo con interesse e presenza.
Ovviamente sono capitati proprio in questo momento dove stanno/potrebbero Avvenire cambiamenti interessanti, momento in cui mi sento ancora più consapevole della vita e la mia strada si illumina sempre di più anche se ombre, dubbi, paure e giudizi e Ego vengono sempre a galla.
Sono qui perché voglio allenarmi ad osservare, a dire si alla mia anima e a trovare l’equilibrio accogliendo gli opposti. Proprio come parli nei tuoi video. Grazie per questo che dono che stai mettendo a disposizione per noi🙏💞

Sono felice in Germania e ancora di più perché sento una connessione potente con l’Italia e con te più che mai cara maestra. Davvero tante volte e anche più volte al giorno ti ringrazio nel mio cuore per tutto ciò che ho scoperto, imparato ed evoluto attraverso i tuoi insegnamenti e le tue pratiche.

Ho praticato Reiki alla mia coinquilina ed è stata meglio. Lo pratico al cibo e in altre occasioni. Anche al lavoro con i bambini o prima di dormire.

Il messaggio di oggi dell oracolo è guardacaso proprio quello che mi serve per ciò che sto vivendo.
La mia coinquilina è tosta ed è anche lei una maestra perché attraverso di lei vengono fuori emozioni antiche ma a volte è difficile perché mi arriva quella sensazione che lei “sa tutto” della vita e anche della mia e tocca tante corde delicate. Dice di essere una delle persone più positive che ci siano ma poi spesso si lamenta perché alcune sue aspettative non corrispondono e questo mi fa lavorare sui miei sensi di colpa e su ciò che invece io sono e i miei tempi che mi occorrono per evolvere.

Forse riuscirò a maggio a lavorare nell asilo nel bosco qua. Il mio sogno. E proprio quando si sta realizzando arrivano delle paure. Ed è interessante da osservare come ogni esperienza ha semplicemente i lati ombra e i lati luce come la luna ogni notte.

Le scelte per me sono sempre ardue e sto imparando che ogni scelta apre ad altre possibilità.

Lavoro poi sull’ironia. Prendo le cose un po troppo sulserio ultimamente mentre potrei vivere con molta più leggerezza.

È così bello il sentiero della vita e ora sono tornata a Trier e vivo proprio accanto al bosco e ogni giorno sono la a camminare e/o meditare.

Ti mando tanto Amore, anche a tutti a casa e alla tua associazione e accademia.

❤️🌹Aho🙏❤️💞

– Elena S. –

Nel 2013 vengo a conoscenza dell’Associazione il Richiamo di Catia Massari, decido di partecipare a una presentazione di cerchi di donne “Luna Rossa”. Quella sera decido di partecipare all’evento, è stata la scelta migliore che potessi fare per migliorare la mia vita. Catia mi è subito entrata dentro, la sua semplicità, il suo modo di esprimersi (fatti non parole) come dice sempre, poi il modo di presentare il progetto è stato per me un varco luminoso che si apriva. Da quel momento partecipo settimanalmente agli incontri: meditazione, reiki, cerchi di donne, viaggi sciamanici e tanti altri progetti. Catia in questi anni per me è stata un’insegnante, una guida, mi ha aiutato a comprendere la mia direzione, mi ha portato a fare chiarezza e comprende tante situazioni che mi causavano, dolore sia fisico, sia emozionale. Ad oggi la sensazione più forte è quella di avere imboccato la strada giusta per me. Catia in questo è stata la lanterna al mio fianco, pronta a sostenermi e a incoraggiarmi a trovare la mia direzione, il mio compito in questa vita. Grazie Madre di esserci sempre, un abbraccio di ❤️

– Monica N. –