Massaggio metamorfico

Percorso di approfondimento sulla tecnica del massaggio prenatale su piedi, mani e testa.

Pratica di meditazione, cerchio di apertura, respirazione, cerchio finale.

Docenti: Rodolfo Carone e Francesca Tuzzi

Cos’è il Massaggio Metamorfico

Alla base di questa tecnica, vi è la scoperta del punto riflesso nel piede collegato alla spina dorsale. In questo punto è ‘iscritta’ la gestazione dell’essere umano – il periodo prenatale – il tempo in cui noi, oltre a sviluppare il corpo fisico, poniamo anche le basi di tutti gli altri nostri aspetti: il mentale, l’emotivo, lo spirituale, le nostre caratteristiche psicologiche, del carattere e del comportamento.

Lavorando con un lieve sfioramento sul piede nella zona relativa alla gestazione si sbloccano tensioni e difficoltà sperimentate nel periodo prenatale, consentendo alla forza vitale di fluire senza intoppi.

Ci si riferisce alla parola “metamorfosi” per indicare il processo di trasformazione che avviene durante la gestazione; dall’unione di ovulo e spermatozoo vi è il formarsi di un nuovo essere umano.

La funzione del terapeuta in questo lavoro è quella di fare da catalizzatore, cioè un entità presente ma distaccata. La forza vitale del paziente, guidata dall’intelligenza innata delle cellule del corpo, si muoverà nella direzione giusta.

Mattina:

  • Meditazione rivivere il concepimento
  • Cerchio di apertura
  • Principi del massaggio metamorfico (storia, pratica e obiettivi)
  • Pratica del massaggio metamorfico (piedi)

Pomeriggio:

  • Meditazione la missione della vita
  • Pratica della respirazione della lunga vita
  • Pratica del massaggio metamorfico (testa e mani)
  • Cerchio finale