Kuji kiri

Corso per imparare il Kuji Kiri, tecnica energetica della tradizione buddista.

Tale tecnica ha l’obiettivo di:

  • stabilire un legame tra il regno fisico e spirituale
  • interagire con i vari livelli di coscienza dell’universo per influenzare la realtà

Docenti: Rodolfo Carone e Francesca Tuzzi

Cos’è il Kuji-Kiri

Kuji-Kiri significa “Nove tagli simbolici”. È una tecnica che appartiene alla tradizione buddista esoterica. Dall’esterno sembra consistere nel disegnare nove linee sotto forma di una griglia, quindi disegnare un simbolo sulla griglia. Questo simbolo interagisce quindi con quella che sembra essere la realtà e modifica la struttura dell’universo in base agli effetti desiderati.

In altre parole, le nove linee che tracciamo in Kuji-Kiri, sono nove concetti energetici che poniamo su una superficie o nell’aria. Questa griglia è potenziata quando la persona che disegna la griglia ha attivato i nove poteri nella sua coscienza. A questo punto, la griglia disegnata diventa una rappresentazione della matrice del mondo, in cui è possibile evocare un’altra energia concettuale.

Un utente di Kuji-Kiri viene talvolta chiamato un majutsushi, che si traduce in mago o prestigiatore. Quindi, utente dell’arte pura. Di solito, gli utenti di Kuji-Kiri sono monaci o sacerdoti con esperienza nella tradizione buddista Mikkyo (esoterica), come Shingon, Ten-Daï o Shugendo. Essendoci corrispondenza con i modi taoisti, ciò suggerisce che arrivò in Giappone insieme ai buddisti cinesi che attraversarono il mare. Al giorno d’oggi, è popolare principalmente a causa del Ninjitsu, ma i ninja non sono i soli a usare Kuji-Kiri e Kuji-In.

Kuji-Kiri non è una guida al potere in nove fasi. Non è un semplice libro di formule magiche che funzionerà all’istante se segui alcune linee guida di base. Kuji-Kiri è un’arte semplice ma completa che ha richiesto devozione e dedizione per apprendere e potenziarsi.

Una volta potenziato all’interno dell’utente, il sistema Kuji-Kiri farà diventare un vero mago una persona una volta ordinaria, che ora può influenzare il destino. Un majutsushi ben addestrato può eseguire esorcismi, aiutare a guarire le persone, sviluppare abilità soprannaturali e influenzare il flusso degli eventi della vita. Un tale utente dell’arte pura, è responsabile del suo uso. È in uno stato di rispetto, compassione e devozione che accresce il potere del mago.

L’uso di Kuji-Kiri consiste nello stabilire un legame con la matrice dell’universo, creando un legame tra i regni fisico e spirituale. Useremo quindi questo legame per interagire con i vari livelli di coscienza dell’universo.

Il majutsushi sembrerà tracciare una griglia, ma in effetti sta allacciando i collegamenti tra tutti i piani dell’esistenza, attingendo alle informazioni della materia fisica, della forza vitale, dei sentimenti, delle esperienze emotive, dei pensieri mentali, della coscienza, delle dimensioni e dei processi creativi, tutto in una volta. Una volta stabilito il legame tra tutte le fibre che costituiscono l’universo, il majutsushi disegnerà un simbolo che verrà utilizzato come focus per spingere nuove informazioni nella struttura dell’universo, al fine di alterarlo.

Il disegno della griglia viene utilizzato per stabilire il contatto con la matrice e il disegno di un simbolo viene utilizzato per modificare le informazioni o inserire nuove informazioni al suo interno.

  • Storia del kuji kiri
  • Rin.kyo, sha, kai, to, jin, retsu, zai e zen i nove tagli
  • Trovo il mio bushido