Ho’omana Sciamanesimo Hawaiano

sciamanesimo-hawaiano

Cosa tratta lo Sciamanesimo Hawaiano?

Lo sciamanesimo hawaiano o spiritualità Ho’omana (giunta recentemente in Occidente con il nome di Huna) non è una dottrina strutturata in regole e dogmi.
Si tratta di un modo di essere basato sul riconoscere, attraverso la pratica e l’esperienza, ciò che è più efficace per noi.

Nella lingua hawaiana chi pratica lo sciamanesimo si chiama “kupua“, o guaritore delle relazioni tra mente e corpo, tra persone e circostanze, tra uomo e natura e tra materia e spirito.

L’applicazione dello sciamanesimo hawaiano nel nostro mondo moderno è facile:

  • È pragmatico, essendo un mestiere e non una religione.
  • È facile da imparare e applicare; solo alcune abilità possono richiedere del tempo per svilupparsi.
  • Può essere praticato ovunque o in qualsiasi momento
  • La sua natura è tale per cui quando lo si applica per riequilibrare gli altri, si sta anche riequilibrando te stesso.

 

Come opera lo Sciamanesimo Hawaiano?

Si tratta di un sistema estremamente pratico che, nella sua forma più pura, permette a una persona di entrare in connessione consapevole e duratura con la sua più alta saggezza interiore.

Esiste un aspetto della coscienza che opera in modo nascosto e indiretto (il subconscio) chiamato KU, e un aspetto della coscienza che funziona in modo chiaro e diretto ( la mente cosciente) chiamato LONO.
Oltre a KU e LONO viene riconosciuta una supercoscienza che comprende entrambi, chiamata KANE.
KANE è l’aspetto spirituale, l’aspetto sorgente dell’energia spirituale. La sua funzione principale è la creatività sotto forma di espressione mentale e fisica.
KU è l’aspetto della coscienza contenente i ricordi, che aiuta a imparare, ricordare, sviluppare abilità e mantenere l’equilibrio del corpo.
LONO è quella parte coscientemente consapevole dell’input interno ed esterno.
Ciò include tutte le sensazioni, i ricordi, i pensieri, i movimenti e il tempo.
Il Lono dirige ciò su cui la persona si concentra, dirige la nostra attenzione e le nostre decisioni.

 

I 7 principi degli sciamani Huna

Gli sciamani Huna sono soliti indicare sette Principi Fondamentali, dal carattere rivelativo, in quanto capaci di risvegliare in ognuno profonda conoscenza intorno ai misteri dell’esistere.
I sette principi fondamentali degli sciamani Huna delle Hawaii costituiscono una sorta di visione del mondo, che si può rispecchiare nel contesto urbano moderno.

Il primo principio: IKE – Il mondo è quello che pensi che sia
Il secondo principio: KALA – Non ci sono limiti
Il terzo principio: MAKIA – Flussi di energia dove l’attenzione va
Il quarto principio: MANAWA – Ora è il momento del potere
Il quinto principio: ALOHA – Amare è essere felici
Il sesto principio: MANA – Tutta la potenza viene dall’interno
Il settimo principio: PONO – L’efficacia è la misura della verità.All’interno dell’Accademia Triennale di Eidos Formazione è presente il corso di Ho’omana Sciamanesimo Hawaianocorso

Tamburo Sciamanico

tamburo sciamanico

Origini del Tamburo Sciamanico

Abbiamo parlato delle origini dello Sciamanesimo in questo articolo, e in questo articolo indaghiamo sul Tamburo Sciamanico, strumento principale di questa antichissima conoscenza.

Inizialmente, agli albori dello sciamanesimo, il primo mezzo utilizzato per creare una alterazione di coscienza in grado di innescare il viaggio sciamanico era la voce.

Per viaggio sciamanico si intende il percorso spirituale che si intraprende con la pratica dello sciamanesimo, destinato a risvegliare la Consapevolezza di Sé e il proprio potere personale, conducendo mente, corpo e spirito a nuova armonia.

Attraverso canto e vocalizzi, gli sciamani, favorivano il mutamento delle frequenze a cui normalmente lavora il cervello e spalancavano così le porte della realtà non ordinaria.

Ma con il tempo la necessità di ricercare uno strumento più potente della voce.

La ricerca di uno strumento in grado di riportare al battito del cuore e al ritmo del respiro, utili nell’applicazione della tecnica del viaggio sciamanico, portò alla costruzione del tamburo sciamanico.

Il Tamburo sciamanico è uno strumento tramandato dai nostri Antenati fino a oggi, collegato con l’elemento Terra, con il nostro centro creativo e quindi con tutte le nostre potenzialità.

Grazie alla vibrazione ottenuta, soprattutto della percussione e dal ritmo del tamburo sciamanico, il Corpo viene spinto al ricordo delle sue origini.

Creando la possibilità di ritrovare il contatto originario con la Madre Terra da cui proviene l’essere umano, e dalla quale tutti i giorni riceve l’Energia Vitale.

 

A questo proposito alcune tesi sostengono che:

Il battito del tamburo durante un rito sciamanico arrivi a 4,5 battiti al secondo, ovvero 240/300 colpi al minuto, il che equivale a 7,2 Hertz.
Questo valore di frequenza coincide con la risonanza Schumann, cioè la frequenza alla quale risuona la terra, che è di 7,83 Hz.

Perché fare un bagno sonoro?

Nella maggior parte delle antiche tradizioni, riconoscono al suono, alla vibrazione la facoltà della Crazione. Questa Vibrazione è un’esperienza reale ed immediata, un elemento che permette a chi è presente di vivere l’attimo, di spostare la sua attenzione qui ed ora, tralasciando tutti i pensieri e le preoccupazioni che inutilmente assorbono energia dalla nostra vita di tutti i giorni.

Chi riceve un massaggio, o bagno sonoro, è in grado di vivere le esperienze più varie.
Senza escludere nulla e senza pretendere nulla, il soggetto sarà in grado di permettere a corpo mente e spirito di rilassarsi.

Le onde sonore prodotte dal tamburo sciamanico sono in grado di smuovere le tensioni presenti, portando gli effetti utili e necessari a coloro che si sottopongono a questo tipo di trattamento.

La vibrazione emessa dal tamburo sciamanico non si limita a smuovere solo la parte superficiale del corpo, ma va a toccare tutti gli organi interni e la parte più profonda della persona.

Lo sciamano nell’esecuzione del battere il tamburo esclude la razionalità, lasciando fluire l’intendo di portare benessere e riequililbrio tramite il massaggio sonoro.

 

Scopri il corso dedicato allo sciamanesimo di Eidos Formazione

corso

Cos’è lo Sciamanesimo

sciamano soffia il fumo

Cos’è lo Sciamanesimo?

Quando si parla di Sciamanesimo la mente gioca lo scherzo di collegare questa pratica a qualcosa di soprannaturale.
La tendenza è quella di mischiare distorte credenze o “sentito dire” che vacillano tra presunta stregoneria e superstizione.

Ma lo Sciamanesimo non ha nulla a che fare con questo.

Si tratta di un insieme di conoscenze e antichissime tecniche dedicate al raggiungimento del benessere totale dell’individuo.
In questa disciplina, come nella maggior parte di quelle che fondano le radici nel nostro passato più lontano, l’individuo viene visto come un perfetto e armonico insieme di mente, corpo e spirito.

Per Sciamanesimo si intende la pratica spirituale più antica conosciuta dall’uomo, una via per il recupero del potere personale, dell’equilibrio energetico e della saggezza.


Lo Sciamanesimo
consistente nello studio e nella pratica di tecniche e principi tramite i quali uomini e donne mettono in relazione la propria forza vitale con lo spirito di ogni altro essere o cosa.

Questa pratica è diffusa in ogni parte del mondo, in tutti i continenti.
In America (Nord e Sud) e in Africa si sviluppa nelle forme animistiche, in Australia vediamo il “Tempo del Sogno”, mentre in Asia e nelle isole polinesiane troviamo le forme più spirituali.

Il significato della parola Sciamanesimo deriva dalla parola “Shaman”, nella lingua del popolo Tungus della Sibera, e sta a indicare “colui che conosce”.

 

Chi è lo Sciamano?

L’ascolto, la comprensione e la profonda conoscenza del proprio ambiente, insieme alla percezione dell’energia che lo caratterizza, unito al profondo rispetto e meraviglia verso la natura, ha portato alla comparsa della figura di riferimento di questa disciplina: Lo Sciamano.

È la persona che sa leggere profondamente nei meandri della Natura.
In essa ogni forma vivente, ogni roccia, ogni albero ed ogni essere umano è sacro e possiede uniche peculiarità.


La prima capacità dello sciamano è saper leggere oltre il mondo delle apparenze e saper “vedere” e cogliere” l’energia che circonda un oggetto, una persona, un luogo.

Nell’immaginazione collettiva spesso gli sciamani sono uomini dal corpo dipinto, molto spesso danzanti seminudi, in tribù indigene perdute.

Nei nostri giorni gli Sciamani, sono spesso persone inserite nella nostra società che hanno intrapreso percorsi di riscoperta e conoscenza di Sé.

Lo sciamano impara a vivere nell’amore e nell’assenza di giudizio, ponendo al centro il benessere della persona nella sua totalità.
L’unico strumento utilizzato nell’approccio con il prossimo è l’amore.

Egli sperimenta prima su se stesso, e poi porta agli altri, le antiche pratiche sciamane legate alla guarigione fisica, emotiva e spirituale.

Attraverso la sua tecnica lo sciamano conduce l’individuo a una ri-connessione con i bisogni primari, liberandolo da tutti i condizionamenti imposti dalla società odierna.

Tramite le pratiche sciamaniche l’individuo intraprende un percorso guidato che consentirà una nuova connessione con la natura. Beneficiando della sua forza, bellezza e energia, fino a essere in grado di liberarsi da paure, giudizi e limiti.

La via sciamanica è un percorso spirituale che si discosta totalmente dalla religione, in quanto essendo totalmente connesso ai cicli della natura si esprime con la stessa modalità.

Eidos Formazione all’interno della sua Accademia propone un percorso completo per chi desidera approfondire questo percorso.

corso